Souvenir d’Italie: l’opposizione psicolabile.

Sequenza-05_672-458_resize.jpg

Qualche giorno fa, Di Pietro: Se il governo continua ad essere sordo ai bisogni dei cittadini, si andrà allo scontro di piazza, e lì ci scapperà l’azione violenta.
Oggi, Di Pietro:  Berlusconi con i suoi comportamenti e il suo menefreghismo istiga alla violenza
Io – aggiunge il leader dell’Idv – condivido le rimostranze dei cittadini che ogni giorno vedono un premier che tiene bloccato il Parlamento per fare leggi che servono a lui…
(tra le altre cose poi, condanna la violenza…)
Souvenir d’Italie: l’opposizione psicolabile.ultima modifica: 2009-12-14T02:11:00+01:00da antonio.r
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “Souvenir d’Italie: l’opposizione psicolabile.

  1. weeeeeeee ciao antonio mo fanno le facce meravigliate come fosse successo qualcosa che non sta i questo mondo, e che cosa pensano che possa portare il clima do odio intellettuale che hanno instillato in anni e anni contro berlusconi? ora faranno la solita farsa delle trasmissioni che deniunciani spiegano giustificano accusano ecc ecc e poi? pronti a saltargli addosso alla prim aoccasione che gente da circo in questa sinistra, voglio sperare che il bravo maroni nizi a non dare nulla osta per manifestazioni simili al no b day

  2. buongiorno non ci sono parole per quanto e’accaduto, e’incommentabile!
    So’solo che a me ha fatto molto male vedere cio’che si e’visto.ma molto male! Si e’perso veramente il senso con la dignita’umana ed il rispetto.
    Una societa’generatrice di psicolabili a questo siamo arrivati!

  3. disse carlo alberto d’aragona dopo aver sposato la centesima donna
    forse che fosse a vorta bona!!
    stavano tutti li a porta a porta i carlo alberto che schifio!!!!!!!

  4. E’ il livello della politica Italiana. Ormai siamo arrivati a toccare il fondo.
    Spero sia la volta buona che TUTTI comincino a moderare i termini. Compreso il Capo del Governo (come non ricordare quando ha dato del coglione all’elettore di centro sx?).
    Comunque era ovvio che si sarebbe arrivati a politicizzare un folle gesto di uno psicolabile. Che schifo…
    Un caro saluto
    Imperf

  5. Imperf, si, concordo. Anche il premier deve moderarsi, il carattere può giustificare fino a un certo punto.
    Il resto però è cronaca, ormai c’è un clima di intolleranza e odio e violenza che si cela dietro la protezione culturale di certi ambienti politici.
    Su questo avallo della sinistra, che oltretutto è storico, penso potrai concordare. Nasce dalla supponenza e dalla presunzione di avere il patentino della cultura e della moralità, oltre che della democrazia.
    Non vedo democrazia nell’impedire a dei cittadini di ascoltare il proprio esponente politico di riferimento, non dopo aver avuto la propria occasione di manifestare nel No B day.
    Un salutone

  6. ..teatrino della politica, null’altro per me…ma una cosa è certa, con la fame la gente scende in piazza…
    a presto, dovessi latitare buone feste in anticipo..

  7. Il carattere non deve essere una giustificazione. Se io sono violento caratterialmente non sono da censurare in quanto fa parte del mio carattere? No, caro Antonio. Anche lui ha le sue colpe e gli si deve permettere alcuna giustificazione.
    Il No B Day è stata l’ennesima pagliacciata come lo sarà, se si farà, il Sì B day!
    Ho sentito esponenti (alcuni) del governo parlare dell’opposizione (PD) in termini costruttivi… che sia la volta buona? Lo spero tanto… intanto la Finanziaria, a mio avviso migliorabile oltre che discutibile, è stata approvata a suon di fiducia nei limiti temporali massimi (a differenza degli ultimi anni), non permettendo alcuna discussione o miglioramento da parte del Parlamento. Perchè? Quali sono state le priorità che hanno permesso questo? Sarebbe una bella riflessione oltre che discussione…. 😉
    A prestissimo 🙂
    Imperf

  8. Imperf, forse non hai letto bene, ho detto la stessa cosa, lui deve moderarsi perchè il carattere può giustificare fino a un certo punto. Uno può essere più estroverso, o più volubile, ma il resto va moderato.
    Mi spiego meglio, nessuno può imputare a Di Pietro di essere troppo pittoresco, solo che deve mordersi la lingua quando gli prude su diffamazioni, parole pesanti, presidenti del consiglio pedofili o stragisti. Esattamente questo, vale per tutti, questo ho espresso.
    ciao €; )

  9. Di Pietro è solo Anti B. ma la cosa che fa pensare è che sono in molti ad apprezzarlo, più di quello che si possa pensare.
    C’è una profonda spaccatura nel paese e lo diciamo da parecchio nel blog. E’ evidente a tutti.
    Anche i media ci mettono del loro dando maggior risalto ad una dichiarazione piuttosto che all’altra. POi anche i nostri cari politici, quando sono ripresi da una telecamera (a detta da diversi esponenti parlamentari) cambiano letteralmente modo di esprimersi in confronto a quando sono in Parlamento.
    Per certi versi ci vorrebbe una bella rivoluzione e consegnare, finalmente la politica ai politici, non ai soliti imprenditori, professionisti, sindacalisti, magistrati e giornalisti (o giornalai che dir si voglia).
    Sai una cosa? sono certo che ci fossimo noi, io e te a governare, pur con pensieri opposti sapremmo costruire molto più di quanto non stiano facendo gli attuali (dis)onorevoli. Forse perchè penseremmo al bene della comunità?
    Sono alla nausea massima, caro Antonio…..
    Buon fine settimana (qui sta nevicando) 🙂
    Imperf

  10. Imperf, c’è molto da pensare in quello che dici.
    Tutto qui quello che riesco a dire ora.
    Dopo averci pensato magari…

I commenti sono chiusi.